Blog Zadig - categoria mestiere del medico

ritratto di Redazione Zadig
24 ottobre 2016
Redazione Zadig

di Giorgio Cosmacini, storico della medicina e della sanità

Cento anni fa, rivolgendosi Ai medici futuri (Roma 1920) il maggior clinico italiano d’allora, Augusto Murri, scriveva: “Ai tempi miei il medico condotto era un pover’uomo che per poche decine di lire doveva saper fare tutto”; e sessant’anni fa, il maggior clinico italiano del tempo, Cesare Frugoni, ai colleghi convenuti a congresso (Roma 1953) faceva notare che “tra la coscienza e sensibilità del medico e quella del malato si interpone il fattore inanimato di innumerevoli strumenti che, mentre sono di immensa utilità pratica agli effetti della diagnosi, diminuiscono fatalmente i contatti fra i curanti e pazienti”.

Leggi tutto
ritratto di Roberto Satolli
14 giugno 2013
Roberto Satolli

Racconta Claudio Rugarli, autore  del Trattato di medicina interna su cui hanno studiato le ultime generazioni di medici italiani, che una signora, entrando nel suo studio, gli aveva intimato: “Lei va bene per il fegato?” “Non l’ho ancora dimenticato” era stata la garbata risposta.

Leggi tutto