Blog Zadig - categoria sperimentazione

ritratto di Roberto Satolli
12 febbraio 2016
Roberto Satolli

Non sono un biologo molecolare, per cui mi stupisco di trovare spesso nella casella dello spam, tra occasioni di sesso e trappole di phishing, anche offerte di acquisto di sistemi CRISPR/Cas, gli stessi di cui le autorità britanniche hanno autorizzato l’uso su embrioni umani per modificarne il genoma.

Leggi tutto
ritratto di Roberto Satolli
29 gennaio 2016
Roberto Satolli

Il 2016 potrebbe essere l’inizio della fine per i Comitati etici, in Italia come in Europa e negli Stati Uniti. Almeno sino a che un nuovo scandalo non farà riaprire gli occhi all’opinione pubblica e il pendolo non riprenderà a oscillare nella direzione opposta.

Leggi tutto
ritratto di Roberto Satolli
27 giugno 2013
Roberto Satolli

Nelle ultime settimane sui loro social network i nostri medici di famiglia parlano molto di uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine. Si tratta di Rischio&Prevenzione, un grande trial che ha rilevato l’inutilità di prescrivere preparazioni a base di olio di pesce (i cosiddetti omega 3) a chi ha un’alta probabilità di avere un infarto.

Leggi tutto
ritratto di Roberto Satolli
22 maggio 2013
Roberto Satolli

La medicina è ridotta male. Ogni giorno milioni di persone prendono con i loro medici decisioni da cui dipende la vita, o almeno il grado di sofferenza e dolore, e credono di farlo basandosi su informazioni scientificamente fondate.

Leggi tutto
ritratto di Roberto Satolli
08 febbraio 2013
Roberto Satolli

All'Università della Pennsylvania stanno sperimentando un virus dell'AIDS inattivato come mezzo per riprogrammare geneticamente il sistema immunitario, in modo da indurlo a uccidere le cellule del cancro. Quanti modi ci sono per raccontare oggi una storia come questa?

Leggi tutto
ritratto di Roberto Satolli
17 settembre 2012
Roberto Satolli

C'è un farmaco che non solo funziona contro l'Alzheimer, ma lo fa con una  velocità che ha lasciato attoniti i ricercatori. Il bexarotene nel giro di 3 giorni fa sparire il 50% delle placche di beta amiloide, la proteina che si accumula nei cervelli malati, e fa anche regredire le manifestazioni di demenza con la stessa rapidità.

Leggi tutto